Parco Archeologico Sommerso di Baia, Ischia e Procida

Baia è una graziosa località sul mare, in provincia di Napoli, nella zona dei Campi Flegrei, vicino Pozzuoli, che nell'antica Roma, sia a.c. che d.c., era diventata una fiorente stazione climatica oltre che un centro commerciale e militare di estrema importanza. Ce lo testimoniano i numerosi e maestosi resti ritrovati; dalle terme imperiali ai sontuosi templi e alle importanti rovine ritrovate sott'acqua. Infatti in questa zona da millenni esiste il fenomeno del bradisismo, dovuto all'azione vulcanica del territorio, che ha causato l'inabissamento di parte delle importanti rovine. A protezione di tutto ciò, data l'importanza e la vastità di queste rovine sommerse, nel 2002 è stata creata l'area marina protetta di Baia: parco archeologico sommerso dal valore storico e culturale inimmaginabile. Ed è proprio qui che abbiamo deciso d'immergerci.
Il nostro intento difatti è quello di far conoscere e valorizzare tale parco organizzando le escursioni subacquee e lo snorkeling nei punti più interessanti. Tutte le immersioni sottoelencate hanno come punto di partenza il Diving Subaia Campania Divers. Clicca qui per maggiori info

Ninfeo Claudio

Il Ninfeo dell'imperatore Claudio si trova sommerso nei pressi di Punta Epitaffio, nell'area A del parco a circa 5-7 mt. di profondità. Si tratta di un edificio di forma rettangolare, con un'abside semicircolare sul lato di fondo e quattro nicchie su ognuno dei lati lunghi.
Tale struttura è ben visibile sott'acqua ed è resa estremamente suggestiva dalla presenza delle ricostruzioni delle statue originariamente collocate nelle nicchie. L'immersione prosegue percorrendo un tratto della straordinaria via herculanea che anticamente portava a Portus Julius.

Villa a Protiro

L'antico porto di Baia era un bacino delimitato (Lacus Baianus) con un canale d'ingresso i cui resti sono ben visibili tutt'oggi insieme ai resti di antiche botteghe ed impianti termali. In questo complesso urbanistico spiccano anche i resti di un'importante villa, con ingresso "a protiro", cioè delimitato da due lunghi sedili in muratura. I resti dei marmi, degli affreschi ed uno splendido mosaico (tessellatum) in bianco e nero ornato da una trama di esagoni, perfettamente conservato, rendono l'immersione estremamente suggestiva.
Punta Campanella Diving Center  (SeaLand Adventure srl)

Porto Julius

Era un importante porto commerciale, la cua esistenza fu messa in risalto grazie a foto aeree del pilota subacqueo R. Bucher le quali mettevano in risalto la topografia del grande complesso portuale che si estende su una superficie di circa dieci ettari. Durante l'immersione è possibile osservare numerosissimi resti di pavimenti, colonne, frammenti marmorei.
Caratteristica peculiare del sito è la presenza d'interessanti mosaici.

Villa Pisoni

Sono i resti di un'antica dimora patrizia di epoca romana imperiale. L'edificio apparteneva originariamente alla famiglia dei Pisoni ma, in seguito alla tentata congiura ordita ai danni Nerone, la villa fu confiscata dallo stesso imperatore.
Oltre ai resti dei colonnati di un ampio giardino e dei corridoi che circondavano il grande giardino ( viridarium). Sono anche visibili i resti di una piscina termale di grandi dimensioni, mentre dall’altro lato si riconoscono la peschiera della casa.

Secca delle Fumose

L'immersione si svolge lungo 12 piloni che costituivano i pilastri del molo esterno di Portus Julius. Si raggiunge la profondità massima di 16 mt. , un pò più profondi rispetto le altre immersioni del parco, nuotando lungo tali imponenti strutture, su cui si trova un'interessante vita bentonica.
Molto suggestiva è la presenza di alcune fumarole, emissioni gassose provenienti dal sottosuolo per l'attività vulcanica.