Lo scoglio del Vervece

5 min navigazione Scoglio affiorante, media difficile 50max prof

 

 

Lo scoglio del Vervece si trova a poco meno di un miglio dal molo di imbarco del diving. Costituisce il fulcro di una delle due zone di riserva integrale del parco marino di Punta Campanella. Fu nelle acque circostanti l’isolotto che, il 28 settembre 1974, Enzo Maiorca stabilì il suo ultimo record di apnea a 87m, da lì l’idea da parte dell’apneista di affiancare al suo nome di battesimo quello del celebre scoglio: Enzo Vervece Maiorca.

 

La distanza dalla costa e la presenza costante di correnti dominanti del Golfo di Napoli, favoriscono l'insediamento e lo sviluppo di una ricchissima fauna che ne fanno senza ombra di dubbio una delle immersioni piu' suggestive dell'intero golfo di Napoli. E' una consuetudine l’incontro con dentici, saraghi spigole, grosse cernie e un grandissimo banco di barracuda stanziali. Di impareggiabile bellezza il "giardino" di gorgonie rosse che si apre sul versante Nord nel quale non sono rari incontri con pesci San Pietro, musdene e grossi scorfani.

 

Il versante ovest è caratterizzato da una bellissima parete di Halimeda Tuna che si alterna con distese di parazoanthus. Ormai celebre è anche la madonnina in bronzo adagiata sul pianoro del versante Est ad una profondità di 12m, e celebrata ogni 4 settembre da una processione in mare e da una festa locale che coinvolge tutti gli abitanti della costiera.